Life Science: un settore in salute

All'incrocio tra regolamentazione, innovazione e nuovi mercati c'è il settore Life Science. L'evoluzione medica e i cambiamenti demografici impongono alle grandi società dell' healthcare un'evoluzione quanto più rapida possibile. Con scenari ancora da definire.

Gestione delle epidemie

Imprese e governi, specie nei Paesi in via di sviluppo, sono alla continua ricerca di misure per il contenimento di nuove malattie. Le recenti epidemie di Ebola e Zika, ad esempio, hanno messo alla prova interi Stati e pesato sul sistema sanitario locale. Ecco perché le nuove scoperte non rappresentano solo un tema medico e umanitario ma anche economico.

Aumento dei malati di demenza

Con l'aumentare dell'aspettativa di vita, la popolazione (specie nei Paesi sviluppati) è sempre più anziana. E, di conseguenza, saranno sempre più diffusi i disturbi legati all'eta avanzata. Le proiezioni indicano che i malati di demenza raddoppieranno ogni 20 anni. E che, di conseguenza, saranno 74,7 milioni nel 2030. La sfida passa non solo da nuovi farmaci ma anche dall'adozione di nuove tecnologie, come la realtà virtuale. 

Nuove tecnologie e mercati

Le nuove tecnologie si combineranno con l'evoluzione delle vecchie. Dando vita a uno scenario inedito, nel quale le società del settore healthcare dovranno correre per non rischiare di uscire dal mercato. La realtà virtuale può rappresentare un aiuto per la cura dei disturbi mentali. La stampa 3D ha promettenti applicazioni per la chirurgia. E poi c'è il wearable: i dispositivi indossabili dividono ancora gli osservatori tra chi pensa che siano il futuro e chi crede che questo sia il loro momento d'oro.

Ti potrebbe interessare

L'unicità di Palladio

Palladio si distingue nel panorama finanziario italiano per la stabilità del proprio assetto manageriale, per la vicinanza alle imprese in cui investe